W le primarie

Ultrasintetico pensierino, a futura memoria: le precedenti primarie, quelle “di Prodi” per intendersi, ci hanno condotti qui e, sinceramente, non è granché.

Ora vediamo queste dove ci porteranno…

Non ho partecipato e non ho grandi speranze.

Ma mi auguro di sbagliare.

2 Responses to “W le primarie”


  1. 1 Pierfranco Ravotto Nov 2nd, 2007 at 19:09

    Ciao Antonio

    ti rispondo con un certo ritardo, ma ho letto solo ora.
    Dici: “le precedenti primarie … ci hanno condotti qui e, sinceramente, non è granché.”
    Certo gli spettacoli quotidiani Mastella, Di Pietro, Pecoraro Scanio, … sono vergognosi, ma intanto mi sembra che la situazione dal punto di vista del debito pubblico sia migliorata, i nostri soldati non sono più in Iraq, portiamo in discussione all’ONU la moratoria per la pena di morte, …

    Immagino che se al Senato la maggioranza non dipendesse ogni volta da ogni singolo, Prodi non sarebbe costretto a navigare così a vista e in un continuo e defatigante lavoro di mediazione. Ma non è stato effetto delle primarie e non sono state sufficienti le primarie per impedire quella pessima legge elettorale.

  2. 2 antonio.fini Nov 3rd, 2007 at 10:38

    Certo. La mia era, diciamo, un’iperbole 🙂 per dire che, insomma, non mi piaccioni granché né il PD né la (finta) democrazia con la quale è stato “eletto” il suo segretario. Per il resto, è giusto che ci siano persone come te che vedono il famoso bicchiere mezzo pieno. Purtroppo io faccio parte dell’altra metà…
    Continuo fermamente a sperare di sbagliarmi.

Leave a Reply




in English

Google
 
Web questo sito

RSS feed generale
Feed for English posts

Powered by FeedBurner


View anto's profile on slideshare

I support I support free learning
DCA

Anto's shared items in Google Reader


follow antonf at http://twitter.com


Visualizza la mia pagina su Codice Internet


Poesia automatica


by Voodoobytes
chirurghi spietati
verniciano
impiegate riconoscenti

Libri su aNobii


My StumbleUpon Page