Un modello "open journal" per le riviste scientifiche?

Stephen Downes ritorna sul tema delle riviste scientifiche e dei loro formati. Prima la video-rivista, ora è il turno dell’organizzazione e soprattutto del referaggio degli articoli da pubblicare: come organizzare un open journal.

La cosa mi interessa da vicino, dal momento che collaboro come technical editor alla rivista Je-LKS, il journal della SIe-l.

Ebbene, secondo Stephen, oggi anche i journal vanno riformati: non più un referaggio “segreto”, eseguito privatamente da tre-quattro editor che possono anche essere poco attenti e forse talvolta..poco competenti. L’iter della pubblicazione può/deve diventare trasparente: gli autori pubblicano il pre-print e il pubblico li valuta, in modo aperto e visibile, attraverso un sistema di nomination (ahi Stephen, temo che qui in Italia questo termine sia improponibile ;-)) e il successivo vaglio finale di un comitato di members della rivista.

Il procedimento suggerito da Stephen è intrigante, anche se il meccanismo presenta qualche incongruenza (se i members sono coloro che hanno già pubblicato in precedenza sulla rivista, come si fa in fase di startup? Il numero 1 come lo si realizza?).

Soprattutto, l’idea di fondo dell‘apertura, della democratizzazione della scelta di cosa pubblicare, è quella che più mi attrae.

Technorati tags: ,

1 Response to “Un modello "open journal" per le riviste scientifiche?”


  1. 1 johndoeit Giu 18th, 2008 at 0:38

    Complimenti per il blog, davvero interessante e ricco di spunti… sarei felice se ne aprissi uno anche su http://www.webirishpub.net/ per confrontarci quotidianamente.
    Saluti 🙂

Leave a Reply




in English

Google
 
Web questo sito

RSS feed generale
Feed for English posts

Powered by FeedBurner


View anto's profile on slideshare

I support I support free learning
DCA

Anto's shared items in Google Reader


follow antonf at http://twitter.com


Visualizza la mia pagina su Codice Internet


Poesia automatica


by Voodoobytes
casti scheletri
sollazzano
frigide nottate

Libri su aNobii


My StumbleUpon Page