Today we all need to be collaboration superstars

Questo è il suggestivo incipit della presentazione di un interessante documento, un whitepaper dal titolo “Building a collaborative workplace”, prodotto da Anecdote, una società australiana che si occupa di …Business narrative, qualunque cosa essa sia!

Il paper tratta della collaborazione in generale, soprattutto delle competenze necessarie per operare collaborativamente e delle strategie che si possono mettere in atto per supportare la collaborazione nelle organizzazioni.

Gli autori distinguono tra tre livelli principali di collaborazione: team, comunità e reti. E’ una classificazione forse un po’ rigida ma che trovo giusta, anche se Siemens la critica, sostenendo che, in fondo, la struttura sottostante è sempre la rete… Sarà, ma collaborare in un gruppo ristretto, molto focalizzato su un obiettivo ha peculiarità ben diverse da una rete come può essere un social networking anche tematico, come ad esempio LTEver. Non sarebbe corretto applicare gli stessi criteri e le stesse tecniche in casi così diversi.

1 Response to “Today we all need to be collaboration superstars”


  1. 1 m5 Giu 22nd, 2008 at 8:29

    Anche Stephen Downes la pensa come te e distingue tra Group e Network 🙂
    http://static.flickr.com/109/252157734_9e6c29433b_b.jpg
    http://video.google.com/videoplay?docid=-4126240905912531540&hl=en
    m5

Leave a Reply




in English

Google
 
Web questo sito

RSS feed generale
Feed for English posts

Powered by FeedBurner


View anto's profile on slideshare

I support I support free learning
DCA

Anto's shared items in Google Reader


follow antonf at http://twitter.com


Visualizza la mia pagina su Codice Internet


Poesia automatica


by Voodoobytes
svizzeri sbigottiti
mangiucchiano
anelli pesanti

Libri su aNobii


My StumbleUpon Page