Le ali della sfinge

Rieccoci con Montalbano! Non penso si possa scrivere una recensione spassionata di questi libri: secondo me chi li sceglie e li legge lo fa perchè li ama, “a prescindere”, come avrebbe detto il mitico Totò…

Certo, ogni volta si ripensa ai primi episodi e pare che nell’ultimo manchi qualcosa.. ma forse siamo noi lettori ad essere troppo esigenti.

In questo mi ha colpito l’inquietante sdoppiamento della personalità di Montalbano, sempre più in crisi di mezza età (la vampa d’agosto ha lasciato il segno!) forse anche a causa del maggior tempo libero da dedicare al “privato”, visto che la vicenda poliziesca, in questo caso, è molto meno intricata del solito 🙂

Il tema del libro: lo sfruttamento delle ragazze immigrate, è interessante e trattato con la consueta pseudo-leggerezza che lascia al lettore il tempo e il modo di riflettere. Sarà forse una mia fissazione ma trovo straordinaria l’abilità di Camilleri nel trovare nomi adatti ai personaggi: il prete che sponsorizza l’associazione “benefica” che sfrutta le immigrate si chiama “monsignor Pisicchio”! Provate a dirlo ad alta voce: pronunciandolo … potete vederlo!

Forse sono particolari ma per me fanno la differenza!!

technorati tags:,

0 Responses to “Le ali della sfinge”


  1. No Comments

Leave a Reply




in English

Google
 
Web questo sito

RSS feed generale
Feed for English posts

Powered by FeedBurner


View anto's profile on slideshare

I support I support free learning
DCA

Anto's shared items in Google Reader


follow antonf at http://twitter.com


Visualizza la mia pagina su Codice Internet


Poesia automatica


by Voodoobytes
imperatrici inaspettate
inseguono
femmine languide

Libri su aNobii


My StumbleUpon Page