Il blog ginecologico

Con un po’ di ritardo, via catepol, vedo questo simpatico siparietto nel quale una famosa professoressa (di cosa? In quale scuola/Università?) esperta in sessuologia e ginecologia (ma credo soprattutto in apparizioni televisive..) pontifica sui blog e dichiara che essi sono, sostanzialmente, manifestazioni esteriori di serie deviazioni sessuali e/o patologie psicologiche a carico dei loro autori.

WOW! Avevo sempre pensato che le perversioni sessuali fossero roba complicata… non per me e invece… slurp, anch’io posso: ecco fatto, basta un post ;-)!

Proprio bello e istruttivo (sigh) il video, tratto da …. (no, non ce la faccio a scriverlo!!!), nel quale si vede la solita compagnia di giro di “esperti” intenta a chiacchierare del solito ultimo omicidio. Poi stavolta c’entra anche Internet… e il prurito aumenta!!

Se la si vuole prendere seriamente, tutta la vicenda, con le reazioni da parte dei blogger, la si può trovare sintetizzata in questo post di Stefano e relativi commenti.

Una sola buona notizia: forse abbiamo trovato il modo di far licenziare Vespa!

Sì, per incompetenza: non credo che la RAI possa permettere che un giornalista così importante (e pagato) sia anche, e per sua stessa ammissione, così ignorante su aspetti della comunicazione che dovrebbe conoscere a menadito!

O non funziona così?

Technorati tags: ,

3 Responses to “Il blog ginecologico”


  1. 1 Maria Grazia Mar 2nd, 2008 at 16:37

    No. Credo che non funzioni così 🙁 .

    PS bella la definizione 😀

  2. 2 Albert Antonini Mangia Mar 2nd, 2008 at 23:53

    Io credo che la lettera aperta di Quintarelli e co. sia giusta ed equilibrata. Ritengo che la parte abitata della rete debba andare in TV da Vespa e chiarire ai suoi telespettatori che avere un blog non è un delitto!
    È necessario trasmettere loro il vero valore edificante, innovativo e sociale del Web 2.0 e fare comprendere al Vespaio i benefici di Internet e l’importanza del loro ruolo per ridurre gli effetti negativi che i nuovi sistemi di comunicazione come il Web possono avere. Voi cosa ne pensate?

  3. 3 antonio.fini Mar 3rd, 2008 at 8:22

    Sinceramente, io penso che sia tempo perso.
    Non si può combattere il “vespaio” sul suo terreno.
    Tiriamo innanzi per conto nostro e lasciamoli alla loro televisione….

Leave a Reply




in English

Google
 
Web questo sito

RSS feed generale
Feed for English posts

Powered by FeedBurner


View anto's profile on slideshare

I support I support free learning
DCA

Anto's shared items in Google Reader


follow antonf at http://twitter.com


Visualizza la mia pagina su Codice Internet


Poesia automatica


by Voodoobytes
piume vive
cavano
coscienze grasse

Libri su aNobii


My StumbleUpon Page