E-Learn 2009 – Vancouver, Canada

image

Briciole di informal learning dalla conferenza AACE E-learn 2009 di Vancouver. Un elenco non esaustivo, in ordine rigorosamente sparso e casuale, anzi …serendipico:

  • The World is Open, secondo Curt Bonk;
  • il concetto di Open Scholar coniato da Terry Anderson; (slide dalla 50 in poi);
  • l’Adventure Based Learning proposto dalla Università del Minnesota. Affascinante ma quanto realmente praticabile?
  • ANT: un Video Annotation Tool, sempre dal Minnesota;
  • gli automatic judges come  Mooshak, tool per verificare automaticamente la correttezza dei programmi, usati per la valutazione automatica in una facoltà di informatica;
  • la straordinaria propensione dei canadesi a chiacchierare cordialmente con chiunque gli capiti a portata di sguardo :-);
  • quanti accenti e pronunce diverse dell’inglese!
  • il soprendente numero di coloro che inviano paper alle conferenze e poi non si presentano. Sarà solo colpa dell’influenza?
  • precisione e puntualità delle sessioni, a volte auto-moderate per assenza dei chair;
  • a Vancouver a fine ottobre non fa per niente freddo ed è normale vedere gente passeggiare in infradito;
  • una presentazione interattiva basata su un insolito wiki realizzato con Google Sites (Login:elearnvancouver – Password:vancouver – cliccare poi su Google Sites);
  • l’interesse verso il mobile learning è sempre più elevato, in tutto il mondo. Ad esempio l’idea del tutor in the pocket della Open University Malaysia. Tra l’altro, la Malaysia è tra i primi paesi al mondo per traffico di SMS;
  • le applicazioni mobili sembrano dividersi tecnologicamente tra coloro che spingono per l’integrazione con il Web (quindi smartphone) e chi, al contrario, punta sui vecchi e semplici SMS (per telefonini di ogni generazione..). Nessuno pare interessato agli MMS….
  • si può fare una bella presentazione con cioccolatini e un bastoncino di legno (bravo Jon!);
  • Halloween è come il nostro Carnevale, forse più breve ma, mi sembra, più coinvolgente, a giudicare da commesse e baristi che lavoravano mascherati;
  • parecchie domande nel Q&A dopo la mia presentazione, fortunatamente le ho anche capite :-);
  • penso di avere intuito perché Vancouver è al terzo posto nella classifica delle città più vivibili;
  • Idee e indicazioni per l’uso dei podcast nella HE, dall’Università di Aarhus (Danimarca);
  • Dodici sessioni parallele sono forse necessarie per una immensa conferenza come E-Learn, ma rendono difficile seguire: in accordo con le leggi di Murphy, le presentazioni più interessanti sono sempre in contemporanea!
  • la connessione WiFi gratuita e ultraveloce disponibile all’aeroporto di Vancouver è un segno di civiltà;
  • Idem per la WiFi dell’albergo, gratis pure quella. Perché in Italia (ma anche altrove in Europa) si devono spesso pagare anche decine di euro al giorno?
  • un fotografo e scrittore del National Geographic può essere utilmente invitato ad una conferenza sull’e-learning? Sì, se riesce efficacemente a spiegare il rapporto tra esplorazione, ambiente, apprendimento e tecnologie;
  • 17 presentazioni includono il termine game nel titolo, meglio rifletterci su..

DSCF0267 
(Esplanade W, North Vancouver)

4 Responses to “E-Learn 2009 – Vancouver, Canada”


  1. 1 laura Nov 4th, 2009 at 9:35

    bravo antonio! sei grandioso! davvero grazie per i tuoi appunti puntulai smeplici diretti e simpatici 🙂

  2. 2 anna Nov 4th, 2009 at 15:36

    con l’invidia …di chi ha scritto il paper ma non è venuto! alla prossima ci saremo! ciao

  3. 3 antonio.fini Nov 4th, 2009 at 16:25

    @anna: allora c’erano parecchi “invidiosi”! 🙂 Tutto sommato meglio così, perché già i presenti erano decisamente “tanti” 🙂

  4. 4 eleonora Nov 13th, 2009 at 16:33

    molto interessante ANT..
    al CSP lo chiamavamo hyperfilm .. un progetto partito nel 2000 da un progetto europeo, e poi diventato uno spinoff

    http://www.hyperfilm.eu/

    grazie ANTONIO per le sintesi efficaci e piacevoli come sempre

Leave a Reply




in English

Google
 
Web questo sito

RSS feed generale
Feed for English posts

Powered by FeedBurner


View anto's profile on slideshare

I support I support free learning
DCA

Anto's shared items in Google Reader


follow antonf at http://twitter.com


Visualizza la mia pagina su Codice Internet


Poesia automatica


by Voodoobytes
tuberose asciutte
scorgono
calabroni patetici

Libri su aNobii


My StumbleUpon Page