Didamatica 2007

Si è svolta a Cesena l’edizione 2007 di Didamatica.

Ho partecipato ieri alla giornata dedicata alle sessioni scientifiche parallele.

Ottima cosa le sessioni parallele dislocate in aule, tra l’altro alcune non vicinissime tra loro (a Cesena erano addirittura dislocate in due sedi diverse a tre/quattro minuti di cammino)!

Dico sul serio, non sto scherzando!

Lo so che così ci si perde sempre qualcosa, capita che ci siano due presentazioni che ci interesserebbero in contemporanea…

Però, in questo modo c’è più spazio e tempo per chiacchierare con i colleghi, si incontrano più persone, insomma emerge maggiormente l’aspetto informal. Da questo punto di vista, quindi, è stata una Didamatica un po’ in stile barcamp 🙂

Il programma era ricchissimo, più di 100 presentazioni, 2,2Kg di atti!

Ne ho potute seguire soltanto (!) 15. Tra queste, mi sono rimaste più “impresse”:

  • Elena Caldirola, ex corsista del Master, che ha presentato un progetto di grande interesse per l’Università: un progetto dettagliato e completo sulle modalità di introduzione “istituzionale” dell’e-learning in ateneo.
  • Marcello Bettoni e Marialetizia Mangiavini, a quanto si sa tra i pochi utilizzatori del modulo Workshop di Moodle (!), che hanno mostrato esempi di un uso efficace delle tecnologie per la didattica, perdipiù in ambito umanistico (tra parentesi, ormai è una costante, i docenti di materie umanistiche, quando decidono di cimentarsi con le tecnologie, sono sempre “più bravi”!)
  • Elisa Spadavecchia, un’altra ex del LTE (Corso di Perfezionamento), ha fatto un’appassionata presentazione su come usare la tecnica del podcast nella didattica delle lingue. Non in astratto, Elisa ha parlato della sua didattica. Ma, attenzione, non è stato semplicemente “il racconto di un’esperienza” (sarebbe stato comunque interessante) ma è riuscita a dare l’idea di come opera un vero insegnante-bricoleur (ce ne fossero!!)
  • Marco Tommasi, docente di informatica all’Università di Udine, aldilà delle forse opinabili statistiche presentate a supporto del presunto migliore rendimento degli studenti online, ha molto opportunamente richiamato ancora una volta l’attenzione sul bisogno dell’Università di regolamentare le attività e-learning, sia dal lato degli studenti che dei docenti.
  • Maria Rita Minelli ha presentato l’iniziativa Lazio e-citizen. Premesso che ormai le “certificazioni” mi lasciano sempre più perplesso (in questo caso si tratta di un progetto per il conseguimento della certificazione e-citizen di AICA, un’altra??), Maria Rita ha mostrato però come sia possibile far operare sinergicamente associazioni, scuole, istituzioni e soprattutto un modo per valorizzare lo scambio di competenze tra generazioni: i giovani che aiutano i meno giovani a “cavarsela” con le tecnologie, un’ottima idea!

Ah, quasi dimenticavo, io ho parlato di LTEver, of course… 🙂

Technorati tags: ,

1 Response to “Didamatica 2007”


  1. 1 marialetizia Lug 14th, 2007 at 9:54

    Era un po’ che volevo ringraziarti del post che ci riguardava.Mi è capitato di leggerlo per caso, scorrazzando in rete…
    Non ricordavo il tuo nome, ma ci siamo parlati a Didamatica dopo l’intervento.
    Così ho guardato il tuo blog; mi ispira.
    Anche noi stiamo mettendo in piedi un blog-sito, abbiamo un progetto in testa. Si tratta di vedere come e chi coinvolgere.Per ora sto caricando qualcosa dei podcast che abbiamo su itunes :per il resto è praticamente vuoto, anche perchè sono veramente una neofita in proposito. Se ti va di dare una occhiata,di contribuire, mi fa piacere.

Leave a Reply




in English

Google
 
Web questo sito

RSS feed generale
Feed for English posts

Powered by FeedBurner


View anto's profile on slideshare

I support I support free learning
DCA

Anto's shared items in Google Reader


follow antonf at http://twitter.com


Visualizza la mia pagina su Codice Internet


Poesia automatica


by Voodoobytes
lavandaie goliardiche
sospettano
meli folli

Libri su aNobii


My StumbleUpon Page