Critical Literacies: un altro MOOC?

Downes propone un altro corso open online, sulla Critical Literacy (CritLit2010).

Il tema è sicuramente di grande interesse, l’organizzazione sembra questa volta più "accademica", con tanto di piano di ricerca già delineato e orientato in questo caso al tema dei PLE (Personal Learning Environment).

Il modello didattico è lo stesso già sperimentato con gli ormai "leggendari" CCK08 e 09 (e prima ancora, in parte, con l’Intro Open Ed di Wiley): letture, cross-blogging, sessioni sincrone, Moodle per i forum e, naturalmente, l’ormai irrinunciabile Daily, ovvero gli highlights del corso realizzati dai docenti via email! Beh, a quanto ho trovato nella mia ricerchina sul CCK08, il Daily è sicuramente mooolto gradito 🙂

Darò sicuramente un’occhiata, ma credo senza impegnarmi direttamente.

Intendiamoci, sono certo che sia un’esperienza di altissimo livello, tuttavia, sinceramente, non sono convinto.

Ho l’impressione di una certa ripetitività, mi sembra che a questo punto manchi l’ulteriore svolta. I corsi open hanno infatti rappresentato negli ultimi anni un primo passaggio dalle OER intese come meri contenuti (modello MIT-OCW) a qualcosa di più coinvolgente che includa anche le interazioni con i docenti e gli altri corsisti. Inoltre i MOOC (Massive Open Online Courses) hanno anche offerto la possibilità a personaggi come Siemens e Downes di "provare sul campo" il connettivismo.

Manca ancora la parte finale di qualsiasi attività di apprendimento: la valutazione.

E con essa il riconoscimento, i "crediti".

Certo, Wiley ci aveva già provato anche se su questo punto le istituzioni "formali" hanno già ampiamente storto il naso (articolo scaricabile gratuitamente da qui).

Vengono però già avanzate proposte ed esplorate possibilità

Aspettiamo i prossimi, magari con la sigla MOOCC (la seconda C sta per "for Credit)?

3 Responses to “Critical Literacies: un altro MOOC?”


  1. 1 Emanuela Zibordi Giu 4th, 2010 at 21:34

    Ciao Anto,
    grazie della segnalazione. Sono andata anch’io a curiosare dentro al moodle. Non ho intenzione di seguire il corso per tanti motivi oltre a quelli che hai elencato tu, ma ci sono materiali interessanti che, tempo permettendo, si lascerebbero consultare. Interessante l’indice degli argomenti. Moodle usato cagnescamente, come al solito 🙁

  2. 2 elisa Giu 7th, 2010 at 15:13

    Stavo per annunciare la mia partecipazione quando mi sono accorta che il corso è già alla seconda settimana, e allora ho rinunciato: al momento ho troppa carne al fuoco per impegnarmi in prima persona in questa esperienza, che peraltro si preannuncia come molto promettente. La seguirò anche io a distanza, alla ricerca di suggerimenti e spunti interessanti che sicuramente non mancheranno.

  3. 3 annarita Giu 18th, 2010 at 10:54

    Ciao, Antonio. Scusa l’OT: ho smarrito le chiavi di accesso sul mio blog su LTEver. Sapresti indicarmi come fare per accedere?

    Grazie dell’attenzione.

    annarita

Leave a Reply




in English

Google
 
Web questo sito

RSS feed generale
Feed for English posts

Powered by FeedBurner


View anto's profile on slideshare

I support I support free learning
DCA

Anto's shared items in Google Reader


follow antonf at http://twitter.com


Visualizza la mia pagina su Codice Internet


Poesia automatica


by Voodoobytes
ottimiste amiche
irritano
arrendevoli lupi

Libri su aNobii


My StumbleUpon Page