Archivio per agosto, 2009

George Siemens: catturare l’esperienza di apprendimento

Robin Good ha intervistato George Siemens sul tema dei contenuti e delle modalità di una educazione di base per tutti.

Il video è disponibile anche direttamente dal sito di Robin Good, con la trascrizione.

Il noto "profeta del connettivismo" propone un’interessante idea di curriculum, nel quale materie come la storia e le religioni (attenzione: non LA religione!), matematica, statistica, architettura, musica e poesia formano il substrato sul quale innestare abilità metacognitive, pensiero critico e capacità di collaborazione (certo, che mondo migliore sarebbe se avessimo l’abilità di

participate in conversations intelligently with others on important topics, the ability to create something together with another human being

Ho trovato però particolarmente stimolante la prima parte dell’intervista, nella quale Siemens espone la sua idea riguardo la Open Education: i contenuti, le risorse, le OER non bastano, dice George, dovremmo riuscire a trasferire, a comunicare, a immergere la persona nell’"esperienza di apprendimento", ad esempio quella delle grandi e prestigiose università mondiali.

E’ una (neanche tanto) velata critica alle iniziative OER che tuttavia hanno il merito di avere avviato un processo (non da noi in Italia, niente paura…).

Concordo assolutalemente sul fatto che il solo contenuto non sia sufficiente (avevo già riflettuto anch’io giungendo alle stesse conclusioni durante il corso IntroOpenEd:

it is particularly important not considering OER uniquely as materials. An OER can be an experience, too.

Io mi riferivo però all’esperienza che stavo vivendo all’epoca: il corso IntroOpenEd è stato a tutti gli effetti un’esperienza di Open Education (e non solo contenuto), valida solo per chi l’ha vissuta, però…

E quindi, come si può catturare un’esperienza di apprendimento? Qualche esempio?

Boicottare il cavaliere, è possibile?

Leggo in un commento ad un articolo su Repubblica.it: "non servono le parole,colpiamo l’emiro di arcore nei suoi interessi. Boicottare, boicottare,boicottare".

Ci penso su: però, l’idea non è male!

Ma, realisticamente, è davvero possibile per un "italiano medio", pur molto arrabbiato e agguerrito, boicottare gli interessi del Cavalier Silvio Berlusconi?

Solo limitandosi alle proprietà dirette (fonti www.fininvest.it e Wikipedia), bisognerebbe:

1) Non guardare più, neanche passandoci per caso via zapping veloce, i seguenti canali televisivi: Canale5, Rete4, Italia1 (analogico), Mediashopping, Iris, Boing, tutto Mediaset Premium (digitale terrestre). Probabilmente manca qualcosa, ma il grosso c’è…

2) Non acquistare, né leggere (neanche a sbafo al bar!) i quotidiani Libero e Il Giornale. Questa è facile 🙂

3) Non  ascoltare Radio R101. Si può fare…

4) Non acquistare libri delle seguenti case editrici: Mondadori (vari marchi), Einaudi, Sperling & Kupfer, Piemme, Harlequin, Photoservice Electa, Cemit. Comincia ad essere dura, lo so, in pratica non si può leggere quasi niente…

5) Non acquistare online da BOL.it. Non associarsi (o disdire subito) a Euroclub, Club degli Editori, Il Circolo, Club per Voi. Fattibile senza sforzo.

6) Non acquistare e non abbonarsi alle riviste del gruppo Mondadori. L’elenco è infinito, queste sono le principali: Auto oggi, Casaviva, Chi, Ciak, Confidenze, Cosmopolitan, Creare, Cucina Moderna, Donna Moderna, Doppiovù, Economy, Epoca, Evo, Focus, Grazia, Guida TV, Panorama, PC Professionale, Sale & Pepe, Starbene, Telepiù, TV Sorrisi e Canzoni, tutte le pubblicazioni Disney, Topolino incluso, sigh! Anche qui è un disastro! State attenti dai parrucchieri e nelle sale d’attesa dei dentisti!! Certo, anche privare i bambini di Topolino sembra una crudeltà…

7) Non consultare i siti web (ove esistenti) delle testate giornalistiche, inclusi i telegiornali  e TGCom. No problem, attenti a eventuali banner da altri siti.

8) Non aderire ad alcuna iniziativa finanziaria e assicurativa del gruppo Mediolanum.  La banca intorno a te… Ma mi faccia il piacere!!

9) Non frequentare il Teatro Manzoni di Milano. Milanesi, attenti!

10) Non vedere film prodotti o distribuiti dalla Medusa Film. Altra impresa ardua… Informarsi prima!

11) Non frequentare le multisale del gruppo Medusa nè quelle Warner Village. Gasp!

12) Chi è tifoso del Milan (incluso il sottoscritto), cambi squadra del cuore o, ancora meglio, si interessi ad altri sport. :-). Questa è durissima, però s’ha da fare!!!

13) Ovviamente, non acquistare o affittare immobili dalle società immobiliari di proprietà di S.B!

Ce la possiamo fare?

Mah.. sembra peggio di un campo minato!!! E credo di avere tralasciato parecchie altre cosette…

Ah, dimenticavo: si potrebbe anche smettere di votare PDL, Lega Nord e Movimento per il Sud!!!




in English

Google
 
Web questo sito

RSS feed generale
Feed for English posts

Powered by FeedBurner


View anto's profile on slideshare

I support I support free learning
DCA

Anto's shared items in Google Reader


follow antonf at http://twitter.com


Visualizza la mia pagina su Codice Internet


Poesia automatica


by Voodoobytes
turbolenti nubifragi
velano
gelate maratone

About

You are currently browsing the Anto'stuff weblog archives for the month agosto, 2009.

Longer entries are truncated. Click the headline of an entry to read it in its entirety.

Categories


Libri su aNobii


My StumbleUpon Page