Archivio per gennaio, 2009

Parvenu o nuovi cittadini della rete?

Un banco di prova l’abbiamo avuto negli ultimi mesi con Facebook. Milioni di persone finora impermeabili a qualunque entusiasmo digitale, e parlo per esperienza, si sono gettati senza remore nella mischia diventando da un giorno all’altro i più instancabili tra i dispensatori di link, foto, entusiasmi passeggeri e intime malinconie. Un gioioso e salutare branco di parvenu, che a suo modo sta ridisegnando gli equilibri del social networking.

  blog it

Anch’io posso parlare per esperienza 🙂 (molto da vicino) e devo dire che la cosa mi diverte molto e mi sembra davvero un avvenimento salutare.

Il boom di Facebook sarà forse una moda passeggera, chissà, ma segna comunque un cambiamento: l’incontro di due mondi. Quello di noi "abitanti della rete" di medio-lungo corso e quello di coloro che, vivendo accanto a noi nella vita reale, in fondo, ci consideravano (quando andava bene…) simpatici perditempo un po’ eccentrici e fissatielli…

Ora la parte abitata della rete è …più abitata di prima e questo credo rimarrà, aldiltà della moda.

Allora, benvenuti parvenu! La rete è anche vostra. Dispensate pure quel che volete, ne avete tutti i diritti! Per fortuna, la cittadinanza in rete è libera!!!

Zenbe? No grazie!

Via Facebook, attraverso la "nota" di una "amica", finisco sul blog di Giovy e apprendo che Zenbe è la webmail più bella che ci sia..

Ora, a parte la riflessione sulle vie sempre più tortuose percorse dal flusso informativo 🙂 (ci mancava pure FB…), i casi sono due: o mi limito a leggere l’ottima recensione di Giovy e ..passo oltre, oppure mi lancio a provare ‘sta meraviglia.

Scelgo la prima opzione. Perché sì, potrei anche provarlo, per curiosità e per perdere un po’ di tempo :-), ma alla fine sono certo che, pur estasiato dalle meraviglie di questo nuovo marchingegno, non abbandonerei il buon vecchio Gmail!

Il fatto è che credo che alcuni servizi di importanza "capitale" (e la posta elettronica è sicuramente uno di questi, forse il più "capitale"!) debbano essere gestito in modo moolto attento: in breve, chi mi garantisce che Zenbe non faccia in pochi mesi la fine di co.mments? (Che peccato, tra parentesi..)

Certo, forse anche Google potrebbe unilateralmente modificare in modo drastico i termini del servizio Gmail (ad esempio, renderlo a pagamento…) ma sinceramente non credo sia probabile che possa chiudere…

Insomma, non lascio le mie e-mail (quotidiana fonte informativa di enorme valore) nelle mani del primo Zenbe di passaggio, anche se è …il più bello del reame!

Gaza, 2009

"…Non regalate terre promesse
a chi non le mantiene…"
(Fabrizio De André, 1978)

 

Un corso per programmare in Moodle

Un’interessante iniziativa di Moodle.org, offerta dalla Humboldt State University e dalla San Francisco State University: un corso sulla programmazione in Moodle, ovvero come sviluppare un nuovo modulo o un blocco per Moodle.

Il corso è molto ben articolato e affronta anche argomenti più generali: si parte da una panoramica sull’Open Source e sui vari siti di Moodle, si esaminnao poi diversi tool di programmazione per php/mysql, fino ad acquisire le competenze per lo sviluppo di un blocco add-on per Moodle, realizzato secondo gli standard di qualità della comunità di sviluppo.

Un’occasione per programmatori che volessero approfondire la conoscenza di Moodle "dall’interno".

Naturalmente il corso è gratuito, aperto a tutti e i materiali sono rilasciati con licenza CC.

Link al corso.

Cloud computing?

Tutto questo post di Stephen Downes, dedicato a consigli su cosa …non investire nell’ICT, merita una attenta lettura, ma questa è una perla che voglio appuntarmi, a futura memoria.

Cloud Computing
The interesting thing about cloud computing is that almost nobody in the public knows what it is. This makes it ripe for fad status. But to survive, cloud computing will have to actually be used – and people who don’t know what it is won’t be using it.
  blog it

In effetti, anche a me piacerebbe capire meglio di cosa si tratta….




in English

Google
 
Web questo sito

RSS feed generale
Feed for English posts

Powered by FeedBurner


View anto's profile on slideshare

I support I support free learning
DCA

Anto's shared items in Google Reader


follow antonf at http://twitter.com


Visualizza la mia pagina su Codice Internet


Poesia automatica


by Voodoobytes
inumane colombe
ignorano
provvidi piedi

About

You are currently browsing the Anto'stuff weblog archives for the month gennaio, 2009.

Longer entries are truncated. Click the headline of an entry to read it in its entirety.

Categories


Libri su aNobii


My StumbleUpon Page